CSC_0003

Millefoglie di Seppie al Lime

Andare al mercato del pesce o in pescheria risulta essere sempre un’avventura, ci si trova una varietà incredibile di pesce di mare, di acqua dolce, molluschi e crostacei. Parto con l’idea di acquistare un determinato pesce perché ho in mente una ricetta ben precisa e spesso mi capita di rientrare con qualcosa di diverso da quello che mi ero prefissata.

Questo accade ovviamente perché non sai mai cosa il mare può regalarci e di conseguenza cosa i banchi della pescheria ci possano offrire.
Come questa mattina, quando i miei occhi si sono imbattuti in delle grosse, bianche, polpose seppie, che hanno attirato la mia attenzione, ispirandomi così a preparare questa delicata millefoglie di mare. È uno dei pesci che utilizzo frequentemente, perché in cucina la seppia è molto versatile e presenta anche un bassissimo contenuto di grassi e di colesterolo, ideale per chi vuole rimettersi in forma dopo gli stravizi del Natale e dei vari dolci del Carnevale. Per la caratteristica forma a sacca, si prestano ad essere cucinate ripiene, in forno, alla griglia o in umido, ottime con i piselli. Le seppie più grandi sono ideali cotte alla griglia, mentre quelle più piccole impanate e fritte. Indicata anche per gustosi sughi per condire risotti, pasta, in particolare modo quella fresca, come le lasagne tipiche di Bari, un piatto a base di lasagne di farina di semola e farine miste, condite con un sugo di seppia arricchito di mollica, vino, pecorino, aglio e prezzemolo. La ricetta che vi propongo oggi è un grande classico a casa mia.
Adoro questa ricetta perché con solo 3 passaggi ( cuocio, affetto e condisco ) riesco ad ottenere un antipasto gustoso e aumentando la quantità può risultare perfetto anche come secondo.
Sempre ben gradita dai miei commensali, tanto da non essere mai sufficiente. Risulta essere un antipasto veloce da fare, leggero ed appetitoso. Inoltre trovo perfetto il connubio tra il pesce e il parmigiano reggiano, che potrà risultare per molti di voi inusuale, ma che io invece utilizzo di frequente in molte ricette a base di pesce. Il lime dona invece a questo piatto un tocco di freschezza, smorzando così la sapidità del formaggio. Un piatto semplice ma gradevole per occhi e palato!

Ingredienti per 4 persone

2 seppie grandi da 1/2 kg ciascuna

Per il court bouillon

1 carota
1 costa di sedano
prezzemolo
1 cipolla
1 cucchiaio di aceto di vino bianco

Per condire le seppie

2 coste di sedano bianco
scaglie di parmigiano reggiano
2 lime ( succo )
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe

Procedimento

1. Mettere in una pentola acqua a sufficienza per coprire le seppie.
Lava sedano, prezzemolo e carota. Taglia a rondelle le carote e il sedano e tuffali nell’acqua insieme alle foglie di prezzemolo e alla cipolla tagliata a spicchi. Aggiungi due cucchiai di aceto di vino bianco e porta a bollore l’acqua.

2. Nel frattempo pulisci bene le seppie e lavale accuratamente sotto l’acqua corrente.
Quando l’acqua arriva a bollore, immergere le seppie e cuocere per circa 30 minuti.
Verificare la cottura con una forchetta, la seppia dovrà risultare morbida.

3. Raggiunta la cottura, scolarle immediatamente. Lasciare intiepidire le seppie in modo da poterle maneggiare senza scottarsi le mani.

4. Affetta sottilmente le seppie e le coste di sedano in una ciotola, aggiungi il parmigiano reggiano tagliato precedentemente a scaglie. Condisci con olio extra vergine d’oliva, sale, pepe e il succo di lime.

5. Disporre al centro di un piatto un coppapasta, disporre al suo interno le seppie condite con le scaglie di parmigiano, il sedano e il lime a strati creando una millefoglie.

6. Decorare con fettine di lime, un goccio d’olio d’oliva e una spolverata di pepe.

0 Commenti

Scrivi commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire CAPTCHA

captcha

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>