15

Mini Pavlove Panna e Frutti Rossi

Questo dolce arriva dalla Nuova Zelanda, dove fu creato in onore della ballerina Anna Pavlova agli inizi del ‘900, dallo chef dell’hotel, dove alloggiava la famosissima ballerina russa che era in tour per il mondo. Costituita da una base di meringa morbida dentro e croccante fuori, farcita con panna e frutta, la Pavlova è il dolce delle grandi occasioni, sia in Australia che in Nuova Zelanda, consumato per lo più in estate, ma reperibile in qualsiasi momento dell’anno.

Da quando nella mia vita è entrata Csaba, indiscussa regina delle pavlove, anch’io ne sono rimasta letteralmente stregata. La prima pavlova autentica fatta in televisione in Italia la vidi fare proprio a lei, dove teneva corsi di cucina nella trasmissione Il Mondo di Csaba, della quale io non perdevo una singola puntata. Nessuno la conosceva e moltissime cucine l’hanno adottata con entusiasmo. Csaba è maestra di bon ton e arte del ricevere, food writer e chef dalle mille attività, direttore editoriale della casa editrice Luxury Books, fondatrice della rivista Good Living, volto noto della TV e animatrice di corsi di cucina, a cui ho avuto l’onore di partecipare per ben due volte.
Ha pubblicato 14 libri (che posseggo tutti e autografati con tanto di dedica proprio in occasione dei suoi corsi) e vinto per cinque volte l’International Gourmand Award. Giornalista e conduttrice televisiva.
È un’esperta del ricevere con stile e di savoir vivre contemporaneo.

Una volta imparato a fare il guscio potrete farne differenti versioni, bianche o al cioccolato. Un dessert adatto a ogni occasione, che è molto più facile da fare di quanto non si pensi. Basta avere la ricetta giusta e quella di Csaba è ormai consolidata! Un dolce chiccosissimo, firmato da una food writer altrettanto chic.

Ingredienti

Per 6 persone
Preparazione 30 minuti + 1 ora per il raffreddamento
Cottura 1 ora e 15 minuti

100 g di zucchero semolato
100 g di zucchero a velo
100 g di albumi (circa 3 bianchi d’uovo)
Per la farcitura
200 g di panna fresca
300 g di frutti di bosco assortiti
Foglioline di menta.

Preparazione

Prepara le meringhe con un giorno d’anticipo, potrai conservarle sotto una campana di vetro.

  1. Per preparare le meringhe preriscaldate il forno a 100°C e rivestite una placca grande con carta da forno.
  2. Mescolate i due tipi di zucchero in una terrina di media grandezza e dividete il composto in due parti.
  3. Con le fruste elettriche o con una planetaria a velocità media montate gli albumi a neve lucida con la prima metà degli zuccheri in una terrina capiente. Ci vorranno 8/10 minuti.
  4. Poi con una spatola, incorporate gradualmente la metà degli zuccheri rimasti, 1 cucchiaio alla volta, facendo attenzione a lavorare il composto delicatamente, procedendo dall’esterno verso l’interno, per ottenere una meringa liscia e lucida.
  5. Trasferite il composto ottenuto in una tasca da pasticcere con una bocchetta a stella e formate 6 nidi di meringa facendo delle piccole spirali con un buco in mezzo e distanziandole bene sulla teglia. Dovranno essere tre cerchi di meringa sovrapposti sul bordo, in modo da formare dei cestini. Un piccolo aiuto può essere quello di disegnare sul retro della carta forno dei cerchi del diametro di 6/8 cm.
  6. Fate cuocere per circa 1 ora e 15 minuti, o finché le meringhe saranno croccanti, poi lasciatele raffreddare per 15 minuti nel forno spento con lo sportello socchiuso. Ricordatevi la meringa non deve colorarsi, ma solo asciugarsi.
  7. Al momento di servire la tua Pavlova individuale metti ciascun nido di meringa su un piatto. Monta la panna liquida in una ciotola ben fredda (messa precedentemente in frigorifero) con il frullino elettrico.
  8. Con una tasca da pasticcere o se preferite con un cucchiaio riempite ciascun nido con un po’ di panna montata e guarnite con i frutti di bosco e foglioline di menta. Servite immediatamente.

Suggerimenti

  • Gli ingredienti devono essere sempre a temperatura ambiente.
  • Accendete il forno calcolando il tempo che gli serve per raggiungere la temperatura richiesta, almeno mezz’ora prima del momento di infornare.
  • I tuorli avanzati potete usarli per fare una bella crema pasticcera da usare al posto della panna per guarnire le Mini Pavlove.
  • Pesate gli ingredienti con la bilancia digitale. Partige dal bianco d’uovo, perché ogni uovo ha un peso diverso.
  • Usate una ciotola in vetro o acciaio, non in plastica. Verrà meglio. Assicurati che sia perfettamente asciutta e pulita (tracce di unto rovinano la meringa)
  • Fate attenzione a separare le uova in modo accurato. Negli albumi non ci deve essere traccia di tuorlo, né pezzetti di guscio.
  • Montate gli albumi a neve davvero ben ferma! La meringa deve essere soda e lucida. Capovolgendo la ciotola il composto non dovrà staccarsi. Altrimenti in cottura perderà la forma.
  • Usate il forno statico, non ventilato, per evitare che ingiallisca.
  • La versione tradizionale prevede meringa e panna, scegli tu il ripieno! Crema pasticcera (bianca o al cioccolato) e frutta fresca, gelato, sorbetto o altro sono tutte opzioni possibili.

4 Commenti

Paola Franzoni ha scritto:

Rispondi

Eleganza ,raffinatezza e una lifferia unica,da provare subito Rina..
Cioè stasera,a più tardi per il risultato grazie Rina.

    Rina Frontera ha scritto:

    Rispondi

    Ciao Paola! Grazie mille per i complimenti. Davvero molto graditi. Felice di sapere che hai gradito questo nuovo post.

    Rina Frontera ha scritto:

    Rispondi

    Grazie Paola Franzoni per aver lasciato traccia del tuo passaggio!

    Rina Frontera ha scritto:

    Rispondi

    Fammi sapere com’è andata!

Scrivi commento

Rispondi a Paola Franzoni Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire CAPTCHA

captcha

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>