IMG_5226

Torta di Carote con I Fiorellini

Una nuova ricetta per questa torta di carote, umida e soffice. È così esageratamente buona, genuina, sana e facile da preparare! Caratterizzata da un piacevole sentore agrumato dato dalla scorza di arance e di limoni.

Un dolce unico morbido e colorato! Tra le torte da credenza questa è tra le mie preferite! Vi conquisterà per per la sua delicatezza e per la sua texture leggera. Ad aiutarvi ci sono tutte le foto dei passaggi! La torta di carote è uno di quei classici di cui esistono innumerevoli varianti, una torta che vi conquisterà subito già nella fase di preparazione grazie al suo profumo intenso!
Se siete alla ricerca di un dolce semplice da preparare, soffice e buonissimo dovete assolutamente provare questa ricetta. Mandorle, carote, arancia e limone per un concentrato di profumo e di gusto! La ricetta perfetta da salvare!

Ingredienti

200 g di carote
150 g di mandorle pelate
100 g di burro
150 g di zucchero a velo
20 g di scorza d’arancia e di limone grattugiata
4 uova di 60 g
90 g di zucchero semolato
120 g di farina 00
1 bustina lievito in polvere per dolci
sale
burro e farina per tortiera

per decorare

7-8 carote
150 g di zucchero semolato
mandorle a lamelle
zucchero velo

Procedimento

  1. Spuntate le carote, raschiatele e grattugiatele, raccogliendole in una ciotola. Frullate le mandorle fino a ridurre in polvere: per evitare che l’olio in esse contenuto, fuoriuscendo per effetto del calore, faccia “impastare” le mandorle, potete passarle in freezer mezz’ora prima di frullarle.
  2. Mettete il burro in una ciotola con lo zucchero a velo e montateli con una frusta fino a ottenere un composto spumoso. Unite le scorze grattugiate degli agrumi e il sale incorporati e incorporate i tuorli, uno per volta. Montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e lo zucchero semolato. Incorporate al burro montato le carote, le mandorle, la farina setacciata con il lievito e gli albumi montati, amalgamandoli con movimenti decisi dal basso verso l’alto.
  3. Trasferite il composto in una tortiera possibilmente a bordo ondulato di 24 cm di diametro ben imburrato e infarinato, e fate cuocere in forno statico già caldo a 170° per 30 minuti circa. Verificate la cottura della torta pungendola con lo stecchino (che deve uscire pulito), sformatela la torta e fatela raffreddare su una gratella; quindi sistematela sul piatto di portata e cospargetela con zucchero a velo.
  4. Per la decorazione, spuntate le carote, raschiatele e tagliatele a nastro con una mandolina o un pelapatate. Mettete lo zucchero in una capiente padella e fate cuocere a fuoco medio, senza mescolare; quando lo zucchero avrà un colore bruno, unite i nastri di carota, uno per volta, saltate rigirandoli per pochi secondi, sgocciolateli e poneteli in un piatto a raffreddare. Arrotolate per formare tanti fiorellini e con questi e le mandorle decorate la torta.

Suggerimenti

  • Se non avete tempo di tenere le mandorle nel freezer prima di tritarle, mettete con un cucchiaio di zucchero nel bicchiere del mixer per evitare che buttino fuori l’olio. Otterrete lo stesso risultato;
  • per tagliare le carote a nastri sottilissimi dopo averle spuntate e raschiate dovete affettare nel senso della lunghezza, tenendole appoggiate su un tagliere. Così sono deliziose anche crude in insalata, fritte, oppure cotte a vapore o grigliate;
  • l’attrezzo giusto per questa ricetta è il temperino per carote. Questo piccolo e colorato accessorio dalla lama affilata vi permetterà di realizzare, senza nessuno sforzo, i fiorellini di carote per guarnire questa torta, in alternativa a quelle realizzate con i nastri caramellati. In questo caso però appena le “intagliate” tuffatele in una ciotola piena di acqua e ghiaccio;
  • quando incorporate le carote al burro, unite anche il succo che si sarà formato sul fondo della ciotola.

 

 

0 Commenti

Scrivi commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire CAPTCHA

captcha

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>