IMG_0877

Torta di Zucca

Non è un ortaggio come gli altri. Non a caso, è l’immagine universale di Halloween, la festa che deriva dall’antico rito celtico che celebra l’incontro con gli spiriti dell’aldilà. Siamo abituati a vederla sdentata e sorridente, spesso con una candela al suo interno per scacciare streghe e fantasmi, ma la zucca molto di più per i suoi tanti semi, fin dall’antichità è stata considerata, in Occidente come in Oriente, un simbolo della resurrezione dei morti – che si trovano sotto terra, come semi pronti a germinare – è un mezzo per l’ascesa al cielo. La zucca è magica.

Estiva o invernale, vuota o piena, ornamentale o commestibile, le prove della sua portentosa natura sono tante. Qualche esempio concreto? È dolce, ma non mette a repentaglio la linea. Ha poche calorie, ma sazia. È formidabile in cucina, ma altrettanto in cosmesi e in medicina.
La zucca è anche un valido e gustoso “presidio medico“, capace di influire positivamente su molte patologie e mantenerci, così, in buona salute. Contiene per esempio, alcuni aminoacidi in grado di tenere sotto controllo l’ansia e ridurre lo stress, aiutandoci a vincere problemi quali l’insonnia o la tachicardia. Inoltre, altra buona notizia che la riguarda, la zucca è “biologicamente corretta”: può infatti crescere su terreni qualitativamente poveri, senza l’ausilio di concimi chimici. In caso di attacchi parassitari, può essere trattata con prodotti tradizionali, come lo zolfo, ammessi anche nell’agricoltura biologica, invece che con normali pesticidi. C’è forse qualcosa che non riesce bene a questo magico ortaggio? E poi la zucca e come il maiale: non si butta via niente.
Dopo una lunga pausa per esigenze lavorative e dopo essermi concessa diversi viaggi da Nord a Sud per la nostra bell’Italia, sono tornata in cucina con molto piacere e per giunta nella mia stagione preferita, l’Autunno.
L’Autunno è arrivato e insieme alle giornate un po’ più corte, al suo tappeto giallo di foglie e ai suoi caldi colori che solo questa stagione sa regalare, ha portato anche un fantastico frutto di stagione: la zucca. E con la zucca  vi propongo una ricetta semplice da eseguire, profumatissima e leggermente rustica. Perfetta per la colazione o per un caldo tè delle cinque.

Ingredienti

per 12-14 persone

  • 450 g di farina bianca
  • 400 g di zucca precotta a pezzettini
  • 2 cucchiaini di lievito in polvere PaneAngeli
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di noce moscata grattugiata
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere
  • 300 g di zucchero
  • 3 dl di olio di semi
  • 4 uova grosse
  • 50 g di Noci pecan, spezzettate
  • 50 g di zucchero a velo
  • sale

Procedimento

preparazione: 25 minuti
cottura: un’ora e 20 -30 minuti

  1. Preriscaldata il forno a 190°. Imburrare e infarinare a te stampo ad anello di 26 cm di diametro.
  2. Setacciate e mescolate la farina, il lievito, il bicarbonato, la cannella, lo zenzero, la noce moscata e un pizzico di sale.
  3. Mescolate lo zucchero e l’olio. Unite le uova, amalgamandole uno per volta. Aggiungete la zucca, poi gradualmente il composto a base di farina, mescolando fino a ottenere un composto omogeneo; aggiungete le Noci pecan.
  4. Mettete l’impasto nello stampo e fate cuocere per un’ora e 10-20 minuti.
  5. Fate raffreddare completamente e spolverizzare con lo zucchero al velo.

 

2 Commenti

Stefania Giuffredi ha scritto:

Rispondi

Complimenti ha un aspetto molto invitante, e la farò a breve, una domanda, nella preparazione menzioni lo zenzero che però non ho trovato nella lista degli ingredienti, puoi dirmi quanto ne serve e se vuole in polvere? Attendo una tua risposta.

    Rina Frontera ha scritto:

    Rispondi

    Ciao Stefania.Grazie infinite per i tuoi graditissimi complimemti! Chiedo scusa per la dimenticanza: lo zenzero occorre, in polvere, ed è sufficiente un cucchiaino.
    Per eventuali delucidazioni riamango a a tua disposizione.
    Grazie per aver lasciato traccia del tuo passaggio.
    Un caro saluto.

Scrivi commento

Rispondi a Stefania Giuffredi Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire CAPTCHA

captcha

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>