FullSizeRender-1

Tortino di Alici e Patate

Facile rapido e d’effetto, il pesce rappresenta queste tre virtù nella piena totalità. Facile perché bollito, o arrosto, o con erbe e pomodoro è subito pronto, rapido perché la sua carne è subito cotta, d’effetto per il candore delle sue carni e soprattutto la sua forma già di per se’ fa stupire quasi sempre il commensale.

Tutti i pesci si prestano ad un’infinità di variazioni gastronomiche, ma affinché i risultati siano soddisfacenti è necessario sapere su di essi alcune notizie. Senza alcun dubbio il fattore più importante per la riuscita del pesce è la freschezza. Il momento migliore per andare ad acquistare del pesce è il primo mattino perché in queste ore è possibile trovare il maggior numero di varietà ed il giorno da evitare è il lunedì perché i mezzi di trasporto non viaggiano la domenica. Per chi invece ha la fortuna di poter andare a comprare il pesce sulle banchine del porto direttamente dai pescatori l’ora più adatta è quella del tramonto.
In linea di massima il pesce fresco deve possedere le seguenti caratteristiche: l’occhio deve apparire vivo e brillante, le branchie devono avere un bel colore rosato, le scaglie devono essere lucenti e viscide al tatto, la carne deve essere piena e sostenuta, la coda deve presentarsi rigida, l’odore deve essere quello classico di “pesce fresco” senza alcuna esalazione di ammoniaca o di nafta e le viscere, al momento della pulitura, devono apparire brillanti e con sfumature di madreperla. I crostacei devono essere sempre acquistati vivi ed i molluschi bivalvi ben chiusi.

Il pesce che vi propongo oggi sono le alici, ingiustamente snobbate come “pesce povero”. Questi piccoli pesci hanno tutte le carte in regola per essere considerati tra i migliori prodotti del mare. Argentee, lucide, brillanti, sembrano ancora guizzare dentro le cassette sullo strato di ghiaccio; le alici, i più piccoli esemplari del pesce azzurro, il più economico dei prodotti ittici è il più adatto ad essere consumato crudo dopo la classica marinatura nel succo di limone o cotto in mille modi diversi: fritte, al forno, in padella ecc. Forniscono una buona quantità di proteine nobili che rende questo pesce un eccellente alternativa a molti tipi di carne. E, inoltre, possiede anche un alto contenuto di fosforo e di vitamina PP, fornisce elevate quantità di acidi grassi omega-3 e, non tutti lo sanno, e tra le migliori fonti naturali dell’enzima Q10 che viene venduto in farmacia con qualità di potente antiossidanti. Sono il regalo migliore per cuore e palato!

Ingredienti per 4 persone

400 gr di patate
1 kg di alici fresche
100 gr di pangrattato
2 pomodorini
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
20 ml di olio extra vergine d’oliva
20 gr di burro
sale e pepe

Procedimento

1. Pulite le alici. Togliete la testa e diliscatele, aprendole a libro, poi sciacquatele. Se non siete pratici potete chiedere alla vostra pescheria di fiducia di farlo al vostro posto.

2. Imburrate una piccola tortiera e disponete sul fondo un primo strato di alici a raggiera.

3. Nel frattempo, sbucciate le patate e affettatele finemente con l’apposito attrezzo. Sbollentate in acqua bollente salata per 5 minuti.

4. Scolateli e disponetele a strati nella tortiera, alternando pangrattato, prezzemolo tritato, alici, un goccio di olio extra vergine d’oliva, sale e pepe. Terminate con i pomodorini, lavati, asciugati e spezzettati, e un filo d’olio.

5. Infornate per 15 minuti circa a 170 C.

6. Lasciate intiepidire per 5 minuti prima di sfornare.

0 Commenti

Scrivi commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Inserire CAPTCHA

captcha

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>